martedì 7 gennaio 2014

Cibo e TV. La verità è che ci piace abbastanza

Un altro post senza cibo cotto, ma è il primo post post-festivo non mi sembra il caso di spadellare.
Non c'è una scaletta negli interventi e quello che scrivo è pura e semplice ispirazione. In questo periodo pubblicherei ricette di insalata di lattuga, olio, sale e limone.

Quindi, si parla di cibo e cinema.

Ma non del cibo nel cinema. Non parlerò di Julie & Julia che sono un riferimento per tutti i blogger, né di quanto mangia Brad Pitt. Ci avete mai fatto caso? Bratt mangia un botto nei film, qui trovate un elenco e un video.


Il post è sociologico mediatico. Una volta ci si incontrava al cinema e dopo si mangiava la pizza.
Quando sono arrivate le piattoforme digitali si invitavano gli amici a casa; si mangiava e poi ci si sedeva a vedere il film. Questo fenomeno è scemato per due cause fondamentali: la diffusione capillare della pay-tv e soprattutto perché nonostante tu stia lì per anni a selezionare gli amici ci sarà sempre quello che parla durante il film.


Però un fenomeno esiste ancora, esistono ancora i gruppi di ascolto, la tradizione di incontrarsi sotto lo stesso tetto e condividere una visione: LE MARATONE.


Che sia di saghe cinematografiche o serie TV le modalità sono le stesse: incontro a casa, visione senza soluzione di continuità e mangiare sul divano.
La birrà è l'unica cosa che si può bere. 

Non tutte le produzione sono perfette per le maratone, un film seppur splendido non può considerarsi una maratona, i film devono essere tanti. 
Quali si prestano a queste mega-riunioni di Nerd più o meno intelligenti?
Star Wars, Il Signore degli Anelli, Marvel, Il padrino.
Roba da rifarsi gli occhi per un tempo superiore alle 8 ore con buona pace di amici, fidanzate e familiari. Ma che non garantiscono il connubio occhio-bocca, perché durante le maratone si dovrebbe mangiare quello che mangiano i protagonisti.

Cosa complicata.
Star Wars: l'unica occasione in cui si vede cibo è nel IV episodio, Luke Skywalker e il maestro Yoda si vede qualche radice e delle barrette proteiche.
Il signore degli anelli: Si potrebbe mangiare del Pan di via degli Elfi, ma la ricetta è complicata da tradurre, se qualcuno sa traslitterare dall'elfico al latino batta un colpo.

Marvel: The Avengers, scena finale tutti mangiano shawarma.
Il padrino: qui ci si potrebbe sbizzarrire, ma non si può mangiare sul divano la cucina siciliana, Don Vito non approverebbe.


 
Il discorso cambia con le serie TV. Essendo più lunghe e soprattutto ambientante in città reali con personaggi realistici si mangia roba normale. Il lavoro diventa più semplice.
A seguire un breve elenco di cosa mangiare durante la visione delle serie TV più famose.

Friends: Nonostante una delle protagoniste fosse una cuoca il cibo è assolutamente secondario, escludendo Joey che mangia come se non ci soffe un domani. Caffè, tè e da mangiare patatine fritte e jank food.



Gilmore Girls: Nella serie le due protoganiste mangiano sempre, davvero sempre. Soprattutto hamburger e cibo cinese. Caffè, lungo e fumante.
 

How I Meet Your Mother: i 5 amici mangiano tanto ma in assoluto il guru resta Marshall Eriksen, c'è sempre lui quando si tratta di cibo. 
Viaggia con Ted verso Chicago per la pizza* di Gazzola's, compra talmente tanta pizza che c'è la sua caricatura sul cartone della pizzeria, ali di pollo fritte (mangiate sul divano in occasione del super bowl) e naturalmente gli hamburger, Marshall obbligherà gli altri a girare tutta la città alla ricerca del migliore di NY, oppure organizzerà una barbecue davanti la tomba del padre in occassione del primo Capodanno dalla scomparsa.
*Diversante da quanto si pensa gli americani non mangiano la pizza con i peperoni. E' un problema di doppiaggio, la pizza ai peperoni che viene sempre citata in realà è la pizza con Pepperoni che è un salame piccante

The Big Bang Theory: Gran parte della sit-com si svolge in luoghi dove si mangia. Il divano di Sheldon e Leonar, la mensa dell'università e il Cheese Cake Factory. Prerogativa è che non si cucini.
Cibo rigorosante take-away si può spaziare dal thailandese al cinese, pizza, indiano e in onore di
Howard (che è ebreo) i bagel potrebbero essere un'alternativa interessante.
 

Breaking Bad: in questa serie si cucina, ma non proprio cibi. Diciamo che i fornelli hanno un altro uso.
Si svolge in New Mexico e un fast-food di pollo è utilizzato per lo smercio della metanfetamina.
Taco e pollo fritto. Per l'occasione teniamo i fornelli spenti.

Per un salto nel passato Twin Peaks: la crostata di ciliege dell'agente Cooper è protagonista assoluta.


Selezionate un giorno, una notte preferibilmente, cercate gente appassionata come voi e ordinate il cibo.
I veri appossionati si radunano anche in occasione della notte degli Oscar e degli Emmy Awards.


La maratona è qualcosa che va ben oltre il semplice guardare, è uno stile di vita.
Non ci sono stili di vita validi che possono fare a meno del cibo.


 
 

 Non c'è che dire. Il re delle maratone è lui