martedì 15 aprile 2014

Collio Vitae. Aspettando

Modalità diario attivata.

Dunque il giorno é arrivato. 
L'iscrizione, la spedizione e poi un sabato diverso dagli altri, non un giorno come gli altri.
La mail fino a sentirsi dire: vieni a Milano. Se il Cucchaio d'argento chiama é difficile fare tanto gli schizzinosi e non saltare sull'aereo e sentirsi orgogliosi del traguardo.
Ho aspettato talmentente tanto il momento per scrivere questo prequel del post dedicato all'evento che mi era sembrato opportuno rimandare a quando tutto sarebbe finito.
Ora, in volo, con tutto questo mare sotto non scrivere nulla sarebbe quanto meno irrispettoso.

Cosa porto con me? 
Gli appunti, gli schizzi di progetto del piatto (questa é solo romanticismo perché dagli schizzi alla realtà non é più lo stesso). 
Ripasso a mente i passaggi, le cotture e tutto quello che mi potrà tornare utile.
Sono curioso di incontrare le persone che hanno dato vita a tutto questo, vedere la faccia del vignaiolo che ha ispirato il piatto, rivedere parte della mia famiglia, conoscere gli altri partecipanti e scoprire che sono simpatici.

Quante cose sono cambiate da quel sabato a oggi? Tante. I piatti, le persone, le storie evolvono. 
Nulla é immobile. Forse il piatto non sarà esattamente identico perché é fatto da tanti pizzichi e q.b., puro dadaismo applicato. 

Ore 7:43. Lo sfogo é concluso e forse un po' di ansia é passata. 

Porto con me dolci siciliani: foglie da te e Te.

O.T. La traduzione é stata rispettata. Hey ho let's go e via andare